Ventanas | Conoscere la Sardegna del sud-ovest
15159
post-template-default,single,single-post,postid-15159,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Conoscere la Sardegna del sud-ovest

Partendo da Ventanas in poco più di mezz’ora si raggiungono i siti di interesse turistico della Sardegna del sud-ovest. Il territorio offre alcune peculiarità quali l’archeologia mineraria, con la possibilità di visitare miniere, gallerie e villaggi abbandonati. Di notevole interesse anche i siti dell’archeologia classica: nuragico, fenicio-punico, romano, pisano e aragonese. Territorio molto interessante anche dal punto di vista geologico, in quanto le terre risultano essere tra le più antiche d’Europa, ed è possibile visitare le Grotte naturali de Su Mannau e de Is Zuddas. Consigliamo di visitare le botteghe artigiane, a partire dai laboratori tessili di Villamassargia, interessante anche la visita al Museo del Bisso di Sant’Antioco. Dal punto di vista enogastronomico il vino che caratterizza il territorio è senz’altro il carignano. Mentre da maggio a giugno è possibile mangiare il prelibatissimo tonno rosso che si pesca tra Portoscuso e l’isola di San Pietro, dove sono ancora attive le antiche tonnare.

No Comments

Post A Comment